ISEE 2024: buoni fruttiferi e titoli di Stato viene messa in stand-by.

Per il momento l’esclusione dal calcolo ISEE dei buoni fruttiferi e dei titoli di Stato viene messa in stand-by. In un messaggio del 12 gennaio, l’INPS ha infatti chiarito che “nelle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate a partire da gennaio 2024” permane l’obbligo di inserire i dati dei rapporti finanziari. La novità  è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2024: da quest’anno, fino al valore complessivo di 50.000 euro, i titoli di Stato e alcuni prodotti finanziari “di raccolta di risparmio con obbligo di rimborso assistito dalla garanzia dello Stato” vengono esclusi dall’ammontare del patrimonio mobiliare del nucleo, dunque di fatto non rilevano ai fini del calcolo dell’indicatore economico noto come ISEE

ISEE 2024: da quando scatta l’esclusione di titoli e buoni postali

Ecco dunque spiegato l’intervento chiarificatore dell’INPS, che in buona sostanza sul fronte operativo di CAF e intermediari congela fino a nuovo ordine l’efficacia della norma. “Come chiarito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – scrive l’istituto – l’entrata in vigore della disposizione che consente di escludere dall’ISEE i titoli di Stato (BOT, BTP, CTS, ecc.) e i prodotti finanziari di raccolta del risparmio con obbligo di rimborso assistito dalla garanzia dello Stato, non è immediata essendo subordinata all’approvazione delle modifiche al regolamento recante la disciplina dell’ISEE”.

Si attende insomma quel paracadute operativo che tramite la modifica al regolamento ISEE sblocchi definitivamente la disposizione legislativa. Pertanto, conclude l’INPS, “resta immutata la disciplina ISEE relativa al patrimonio mobiliare, con la conseguenza che nelle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate a partire da gennaio 2024 permane l’obbligo di indicare tutti i rapporti finanziari posseduti al 31 dicembre 2022 dai soggetti appartenenti al nucleo familiare”.

ISEE 2024: titoli e buoni ancora da inserire

La certezza, allora, nel doversi presentare per il calcolo ISEE, resta quella di portare con sé tutto ciò che concerne i rapporti finanziari esistenti al 31.12.22. Dopodiché, non appena le procedure regolamentari saranno adeguate alla norma, è evidente che le stesse Dsu verranno ricalibrate escludendo titoli e buoni postali, ma al momento in tal senso non è ancora possibile dare informazioni certe.

Settore: Assistenza fiscale Servizio: DSU; ISEE Date: 15 gennaio 2024 Broklyn, New York
info@labor.tn.it
+39 0461 391698

Contatti

via Cesare Abba 4/2,
38122 Trento

Lun – Gio: dalle 9:00 alle 13:00                                           dalle  14:00 alle 17:30        Ven:             dalle 9:00 alle 13:00                    Sab:             Chiusi

Gallery

Newsletters

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere informato su tutte le novità